Il valore dell’identità e della memoria

L’identità personale non è entità empirica, mero attributo esistenziale di un individuo, ma conoscenza, fervore di idee nella materia del corpo. Resiste la certezza che, oltre qualsiasi definizione possa esserle conferita, al di là di “voragini” e dimenticanze delle nostre reminiscenze, riconosciamo e racchiudiamo nell'essere ciò che siamo, siamo stati e abbiamo ardire di diventare. …

Leggi tutto Il valore dell’identità e della memoria

Rosvita di Gandersheim, una poetessa alla corte di Ottone I

Rosvita di Gandersheim nacque intorno al 935 e morì nel 973. Nei più comuni manuali di storia medievale, il X secolo è presentato come uno dei periodi più oscuri che l'Europa abbia mai vissuto, ma ciò ovviamente non è vero, e risponde alla necessità degli eruditi cinquecenteschi di distaccarsi il più possibile da un'epoca considerata …

Leggi tutto Rosvita di Gandersheim, una poetessa alla corte di Ottone I

Schiavitù: il ricordo delle vittime di ieri per non dimenticare quelle di oggi

Schiavitù: il ricordo delle vittime di ieri per non dimenticare quelle di oggi

Tra le terribili e incomprensibili macchie di cui si è sporcata l’umanità, la tratta degli schiavi attraverso l’Oceano Atlantico è una delle più atroci e vergognose. E come tutte le ingiustizie ai danni dell’umanità, bisogna parlarne, e parlarne ancora, per non dimenticare. Per più di 400 anni, circa 15 milioni tra uomini, donne e bambini …

Leggi tutto Schiavitù: il ricordo delle vittime di ieri per non dimenticare quelle di oggi

Per non dimenticare

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche della 60esima armata arrivarono presso la città polacca di Oświęcim (Auschwitz, in tedesco), e scoprirono il vicino campo di concentramento, liberando i sopravvissuti. La scoperta del terribile luogo, insieme con le testimonianze dei superstiti, rivelarono al mondo intero l’orrore di cui si era reso protagonista il regima nazista. …

Leggi tutto Per non dimenticare