Le nostre pubblicazioni

Non c’è nulla di più emozionante dell’odore delle immagini, del tocco delle parole, della musicalità dei versi, del gusto poetico di quelle storie che sanno di vita. Vi racconteremo di uomini e donne che il sorriso sa ancora plasmare di meraviglie e miracoli. Vi descriveremo mondi ove le parole dischiudono trame e tessono preziose esistenze.

In cammino – Federica Sanguigni – Edizioni Progetto Cultura

“Il ‘cammino’ di Federica Sanguigni va avanti senza voltarsi indietro, come spinto da una necessità, qualcosa di inevitabile; non è un percorso determinato (vien da pensare alle particelle della fisica quantistica e al principio di indeterminazione) eppure ha delle tappe precise, o meglio i paesaggi cambiano, gli scenari che attraversa: prima una ‘giungla deserta’, poi un ‘teatro delle utopie’ (con un “pubblico sordo”), poi un ‘mercato delle illusioni’. A un certo punto, ai piedi di una montagna, è tale la stanchezza che è inevitabile una sosta. Ma è solo un’apparenza: il cammino riprende, questa volta a ‘occhi bendati. Ora è una palude di dubbi, voci infide, una melma malefica in cui l’instancabile viandante s’impantana, e si addormenta, affogando. Ma niente paura: è solo l’inizio. Ci sarà un incontro, succederanno cose, delusioni, rimpianti, rimorsi, ma anche una rivelazione finale, avvolta anche lei nel mistero.” (Claudio Damiani)

Link acquisto

Sui binari dell’anima Roberta Recchia – Edizioni Progetto Cultura

Quando non si viaggia da soli ci sono attese e tempi che il più delle volte non coincidono con i propri. A seguito di un evento inaspettato che lacera la vita affettiva di Giulia, ha inizio un viaggio tra i binari reali e dell’anima, nel tentativo di una ricerca salvifica, in bilico tra bisogni e desideri, nostalgia e amore, legami e connessioni, investimenti emotivi e possibili strategie, radici e nuovi orizzonti… Oltre le parole, le promesse, e le possibili distanze, si ha necessità di gesti di umanità che possano continuare ogni forma di comunicazione. Nel divenire archeologa della propria interiorità, la protagonista ripercorre, nella sua storia con Matteo, aspettative e consapevolezze, nel tentativo di riconferire un senso a quanto accaduto, tra andata e ritorno nei labirinti dell’esistenza, verso il perdono nell’oscurità e nelle possibili imperfezioni di un mondo in costante necessità di raccontarsi, fuggire a false identità e paure, verso la ricerca costante di bene e affetti sinceri.

Link acquisto

Da me a te. Andata e ritorno. Storie di normale diversità. – Roberta Recchia e Federica Sanguigni – PlaceBook Publishing

Un modo possibile di intendere la disabilità è riuscire a guardarsi nel confine del proprio sé, portavoce di un’interiorità potenzialmente capace di meravigliarsi, nella comprensione e nell’aver cura dell’altro al di là dei propri limiti e paure. La vera disabilità nasce nel momento in cui si pongono domande per le quali non si ascoltano risposte, intrappolate tra fili invisibili di pietismo o compassione e noncuranza.Quattro storie raccontate da chi ha osato sfidare con determinazione gli eventi tra vantaggi e svantaggi, consapevole della propria condizione nella quale, l’unico tratto di “alienabilità”, risiede nella convinzione che la vita di una persona sia soltanto la somma di una serie di eventi inesorabilmente affidati al destino. Ogni uomo è eroe delle proprie battaglie, tra sofferenza e cecità che si intrecciano a volte fino a confondersi, ma è proprio nelle profondità più ardite che l’individuo diviene umano, metamorfosi di un viaggio faticoso ma altrettanto suggestivo che regala al mondo, nonostante le sue imperfezioni, un nuovo modo di sentire la musicalità e l’arte di vivere di ciascuno.

Link acquisto

“L’umanità di Marsia” dal Dams alla Globalità dei Linguaggi – Roberta Recchia – Edizioni Accademiche Italiane

Il mito di Apollo e Marsia viene interpretato e riletto secondo le metodologie e i principi della Globalità dei Linguaggi. Si delinea un percorso che attraversa tutte le discipline artistiche, e che partendo dalla valorizzazione dei comportamenti insensati, come la sorte di Marsia, pone accento alla sfida che ogni individuo intraprende quotidianamente nel tentativo di superare i propri limiti. Si delinea l’importanza dei sensi, del tatto del quale il satiro viene privato per opera di Apollo, della contesa strumentale, della simbologia del colore e delle materie nelle testimonianze iconografiche, pittoriche, scultoree che lo hanno immortalato nel corso dei secoli. I potenziali umani, le manifestazioni espressive, dal gesto alla parola, all’arte stessa, contengono un modo globale di percepire l’essere. Marsia incarna l’umanità intera, l’emotività, il superamento di sé stessi, la volontà di combattere contro quanto è razionale e a cui si dà spesso maggior valore. La metamorfosi, la trasformazione del suo corpo, l’identità, confermano che ogni essere è in costante trasformazione, nella ricerca continua della comprensione e valorizzazione dei propri potenziali e comportamenti.

Link di acquisto