Arte

Emotività creatrice, idee depositate come protesi materiche, vitalità e sapienza, energetiche vicinanze, forme anticipatorie di uno scibile umano. Il non finito converge in un’aspirata perfezione che, nella velata morbidezza, combatta il mimetico dissidio di volti e tensioni lievemente accennate, denudando l’interiorità delle superfici con pietà, commozione e affettività di un eterno sentire… di Roberta Recchia

Link di lettura

Potere simbolico di una luce filtrata tra  bagliori di vetrate colorate. Oro, gemme vivaci, pigmenti spirituali, foglie sottili come veli di sacralità ridonano speranza alla penombra di navate solitarie. La preziosità dell’oro è nella ricchezza dei dettagli, nella raffinatezza di cromatismi dalla brillante consistenza…di Roberta Recchia

Link di lettura

Sogni, immaginazione, contenuti onirici: un interesse peculiare che, per personalità prettamente razionaliste, può risultare privo di senso. L’inconscio, la simbolizzazione, la funzione psicodinamica di ricostruzione di eventi passati in immagini presenti, dipingono l’indefinito vestendoci da guardiani dei sogni, da naufraghi in un principio di piacere che l’esistenza stessa limita ma che, prontamente, trasformiamo con creatività… di Roberta Recchia

Link di lettura

Il volto esprime identità e musicalità,  un’idea metafisica riconducibile a segni che lo animano e lo rendono vivo. Custode di intimità, ci informa dell’armonia di lineamenti più o meno pronunciati, come versi scanditi. Mento, zigomi, rotondità delle forme danno voce a monologhi del cuore, così come le sopracciglia scolpite o lievemente accennate, le labbra tracciate con la cura armoniosa di una bacchetta in orchestra, lo sguardo di delicata spontaneità o di un temperamento fiero e ribelle… di Roberta Recchia

Link di lettura