Le parole solleticano la mente

Ci sono libri come tesori nascosti che aspettano di essere scoperti, dalle immagini sgargianti, dai segreti silenti che colorano personaggi desiderosi di condurvi in nuove avventure. Abitano gli scaffali di librerie, quelli delle biblioteche, delle vostre case, di luoghi dimenticati o in attesa di essere pubblicati. Ad ogni modo, vi aiutano a liberare la fantasia e l’immaginazione, tra mongolfiere sospese e venti della conoscenza. Hanno la grande capacità di dirigervi attraverso il mondo, senza farvi muovere fisicamente. I libri non hanno scadenza, come i ricordi e quanto sanno trasmettere. Magia è imparare, col tempo, a guardarli da punti di vista originali e inusuali: percepire l’odore di una storia, il colore delle parole, la musicalità delle illustrazioni, il gusto d’interpretare in modo personale i versi.

C’è sempre un gran fermento nel raccontare e raccontarsi! Vi sarà capitato di avere tra le mani un libro, del quale avete condiviso storie e riflessioni. Sono fonte preziosa e inesauribile, spazio dove perdere ogni bussola del tempo, per conferire un nuovo senso, ricercare tesori e doni d’identità, esplorazione, scoperta e conoscenza, alimento di emozioni profonde. Vale sempre la pena percorrere strade fatte di arte, tra abitazioni originali e anche un po’ controcorrente. Vestendovi da cercatori di ogni immaginario, stimolate sempre il senso critico, arricchite il vocabolario. I libri hanno il grande potere di cambiare la vita nel percepirla creativamente, affrontando la realtà in modo competente.

Le parole sono come segnali nel mezzo di una via: lasciapassare, consigli, direzioni o divieti. Non soffermatevi solo su testi che trovate più facilmente in commercio, ma utilizzate attuali tecnologie e ogni mezzo, perché a volte, quello che si cerca è negli angoli più nascosti e impensati. Condividete le passioni con amici, genitori, nonni e insegnanti, perché senza paura, allarghiate confini di pensiero, parliate di ogni curiosità con confronti aperti. Il segreto è che i libri li scrivono solitamente gli autori, ma per una parte lo fanno, in verità, anche i lettori. Per questo, sono storie vive che dialogano e colgono insolite prospettive, per chi desidera leggere e sentirsi ascoltato.

Articolo di Roberta Recchia

Opere Riccardo Magatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...