Dialoghi d’arte. Moka e la Poesia: in volo tra le emozioni.

Un lungo viaggio in treno. Il rumore, in sottofondo, dello sferragliare sulle rotaie e lo sguardo fuori dal finestrino. Un viaggio affascinante, tra colline laghi e sentimenti. Un viaggio intimo e delicato nei labirinti dell’animo. È così che mi sono immaginata mentre ero immersa nella lettura dei versi di Moka. Una poesia ricca di intimità, di calore, di temi a me cari: il ricordo, lo scorrere del tempo, il ritorno.

Hai ricominciato ad abitare i miei pensieri

con le chiavi in tasca

hai bussato alla mia porta,

l’uscio s’è aperto da solo

(non è mai stato chiuso)

in un chiacchiericcio di idee libere

al tuo ritorno.

Versi autentici, sinceri, profondi, che non si fermano sull’uscio dei sentimenti ma che li attraversano con lucida percezione del proprio sentire. Una consapevolezza che rimane salda nel suo svelarsi e che, altresì, si veste di libertà e di maturità.

La rabbia è scivolata via

dal mio corpo

come sabbia nel mio sangue

ha mareggiato nuove verità.

Trovo, in apertura alla silloge di Moka che sto leggendo, un pensiero di Cesare Pavese. Ed è proprio da queste parole che intuisco il mondo della poetessa. La presenza viva del lago. Non un luogo tra gli altri ma un modo di vivere. Non un semplice elemento della natura ma il luogo del ritorno. Del cambiamento.

Sono nata nel pieno inverno del 1982, da mamma toscana e da papà veneto, sono indigena di Solcio di Lesa (NO), cresciuta nell’azienda agricola dei miei genitori, contesa tra il verde della collina e il blu del Lago Maggiore che amo definire la chiave di lettura dei miei umori. Mi hanno chiamata più volte donna di lago, però il mio primo romanzo parla di mare, e ho un forte legame anche con i vulcani.

Della poesia di Moka (all’anagrafe Monica Zanon) mi cattura il peregrinare tra i ricordi e lo scorrere del tempo, nello splendore ineguagliabile della natura i cui elementi la poetessa riesce a decantare restituendo al lettore un dipinto di rara bellezza. La penna diventa pennello, i versi sfumano come macchie di colore sulla tela vergine, le parole trasmettono emozioni visive intense e armoniche. Il respiro si acquieta come il colore del meriggio/ s’assopisce tra le braccia fruscianti/ della collina.


Perito meccanico, lavoro in una ditta di manutenzioni elicotteri. Durante gli studi tecnici ho incontrato la Poesia e grazie a lei ho trovato il mio modo di comunicare. Scherzosamente, ma non troppo, dico di avere la doppia personalità perché amo i motori e la poesia. La parola poetica è necessaria per comprendere me stessa e il mondo. Vita e Poesia sono inscindibili. Per me la Poesia è in ogni cosa, è lo spirito che anima il mondo, la scintilla, il segno, l’amica sincera che mostra la verità e mi rende consapevole, spingendomi ad addentrarmi nella mia selva interiore. Mi piace volare con la fantasia e non solo, mi sento eternamente acrobata tra cielo e terra dove in mezzo ci sono l’acqua, il fuoco e le stelle.

Non teme l’approccio con i contenuti classici della poesia, Moka. Si affaccia, tra le pagine della silloge, il tema della morte, ma è capire la vita (anche questo). È apprezzare il momento, amarlo nella sua essenza, privi di quella, pur comprensibile, paura dell’ignoto. Non pensiamo a domani, viviamo questo/temporale/Siamo vivi, insieme. Il tempo passa, inesorabilmente, e passa la fanciullezza, e ci si ritrova adulti, e forse tutti, da piccoli, come Moka abbiamo pregato di non crescere/perché non volevo la morte/ di chi mi ha insegnato la vita. Il tempo passa, inesorabilmente, e la Poesia diventa, per Monica, un mondo, un modo d’essere da portare sempre con sé, tra le nubi nere che attendono/d’essere baleno.


Le poesie contenute in questo articolo sono tratte dalla silloge poetica “Un tempo assente” – Le fotografie sono di proprietà di Monica Zanon –

Federica Sanguigni


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...